Frammenti di un discorso antimafioso (T)

Trattativa: rinnovo degli accordi prematrimoniali fra Stato e mafia. Spesso i termini di questi accordi, specie quando riguardano grandi personalità dello star-system, rimangono oscuri al grande pubblico, eppure da più di 50 anni questo tipo di accordi funzionano a meraviglia. Basti pensare ai 170 articoli del contratto prematrimoniale che legò Jacqueline Kennedy ad Aristotele Onassis nel 1968. Per Jacqueline erano previsti 20 milioni di dollari di anticipo, prima del fatidico sì e un risarcimento di 9,6 milioni di dollari in caso di tradimento, divorzio o morte del marito. Tutto era regolato a monte, anche il sesso: non meno di una volta al mese, non più di tre. Al confronto, le poche condizioni dettate dalla mafia nel “papello” erano una cosa molto naif …

Terremoto: ogni qualvolta vengono arrestati decine di mafiosi con una grossa operazione di polizia, i giornali descrivono questo successo per lo Stato come “un terremoto” o un “terremoto giudiziario” o nei casi più eclatanti un “terremoto politico-giudiziario”. Quasi sempre ci ritroviamo a che fare con un “mafia in ginocchio”. Che poi puntualmente si rialza nel silenzio generale, dopo aver terminato quella che è la sua preghiera, il suo momento di meditazione. E così, i terremoti si succedono l’uno dopo l’altro, come se la lotta alla mafia fosse solo una questione di numeri…

20130530_Bucchi_Robespierre_480

Trilogia: quando si parla di mafia, tre sono i gradi del processo penale: tribunale, appello e cassazione. Tre sono anche i capitoli della saga de “il Padrino” –The Godfather– diretta da Francis Ford Coppola. Ora se provate a chiedere all’uomo della strada cos’è la cassazione, magari quello si tocca le parti intime pensando che state parlando di “castrazione”. Peggio ancora se domandate in giro quanti hanno letto una sentenza della Cassazione. C’è il rischio che vi prendano per pervertiti. Provate invece a chiedere quanti hanno visto la trilogia del Padrino. A parte qualche cinese da poco stabilitosi in Italia, sentirete un coro di: “Gli farò un’offerta che non potrà rifiutare” con voce rauca alla Don Vito Corleone. Strano? Mica tanto. Infatti…

Gianpiero Caldarella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...